Come si apre la partita IVA? Non è questo il problema

Come si apre la partita IVA? Non è questo il problema

Come si apre la partita IVA? Non è questo il problema

Come si fa ad aprire la partita IVA? Se ti stai facendo questa domanda, significa che sei un libero professionista che si sta accingendo solo ora ad entrare nel mercato. Sei stato fortunato ad atterrare su questa pagina: io infatti non ti darò informazioni precise su come aprire una partita IVA, che è facile, veloce e gratuito. Trovi tutte le informazioni qui: https://www.informazionefiscale.it/quanto-costa-aprire-partita-iva-2017-come-fare

Adesso che hai tutte le informazioni per aprire la Partita IVA, però, ascoltami bene: non è questo il problema. Ti stai facendo la domanda sbagliata. Certo, prima o poi dovrai aprire questa partita IVA, per cominciare a lavorare, ma quello che devi imparare è come metterti sul mercato. Come gestire l’entrata sul mercato è fondamentale, perché i freelance di solito lo fanno male. Ecco gli errori più comuni: 

  • fanno marketing mandando CV: non sei un dipendente, non si mandano i CV, ma presentazioni con profili professionali a seconda della classe di persone o aziende a cui vuoi comunicare. Prima di fare tutto questo però devi essere pronto a quello che faranno i potenziali clienti quando riceveranno il tuo contatto: la tua presenza online. Ecco perché devi curare: 

    • Profilo Linkedin – professionale, con contenuti tuoi (video o articoli) e niente titolo della laurea

    • Sito web – oggi obbligatorio con tuoi servizi, perché tu sei diverso, Value Proposition e una bella foto

    • Presenza su social media adatti al tuo mercato: pagina Facebook professionale, account twitter, YouTube, Instagram ecc. 

  • si affidano quasi subito al passaparola, che è una trappola, perché casuale. Il passa parola però nella maggior parte dei casi, se non è controllato (si chiama referral marketing), non porta molto lavoro e soprattutto non porta lavoro di più alta qualità. Inoltre, può sorprenderti con mesi di lavoro molto scarichi e quindi problemi economici. Sviluppa sempre un Piano di Marketing che per i liberi professionisti deve tenere conto del fatto che sono da soli e che, quando superi i 100.000 Euro di fatturato, richiederà una persona, esterna per il momento, che ti aiuti con la promozione. 

  • imitano i colleghi. Vuoi diventare un libero professionista indifferenziato, pagato poco e poco spesso? Imita i tuoi colleghi. Appena entri nel mercato, ti troverai ovviamente alla base della piramide dei freelance. Normale. Se però ti abitui a stare lì, condividerai la tua vita con persone che non fanno marketing, che guadagnano poco e che sono costrette ad accettare lavori anche poco piacevoli per sopravvivere. Ad un certo punto ti abituerai a quella situazione e penserai che è l’unica possibilità anche per te. Inizia da subito ad imitare professionisti per adesso non raggiungibili: se sei appena entrato, comincia da subito a pensare come uno che guadagna 100.000 Euro. Che tipo di marketing fa? Com’è il suo sito? Come comunica? In questo modo cresci costantemente. 

Ecco adesso sei veramente pronto per aprire la Partita IVA. 

Scarica l'ebook gratuito

Diventa uno dei freelance più pagati e richiesti sul mercato.

Un libro con strategie di marketing e personal branding per liberi professionisti che vogliono crescere.

Vuoi moltiplicare la tua tariffa e diventare uno dei freelance più richiesti del mercato?

L'evento in Italia per freelance che vogliono crescere

10-11 Novembre 2018
L'evento dove freelance da tutta Italia impareranno strategie di branding e marketing efficaci per crescere come professionisti, aumentare la tariffa e lavorare con i migliori clienti sul mercato.
Vai alla pagina
Milano, Hotel Cà Granda