Come scegliere le foto da mettere online per un libero professionista

Come scegliere le foto da mettere online per un libero professionista

Come scegliere le foto da mettere online per un libero professionista

Immagini piccole, sgranate, con risoluzione bassa, pessima luce e soprattutto non contestualizzate rispetto al brand. Queste sono le immagini, le foto con cui i freelance si presentano al pubblico. In un mondo che ha fretta, soprattutto online, in cui le persone costruiscono una prima impressione di te in 7 secondi, questo è un errore fatale.

“Ma giudicare una persona dalla foto è+ da superficiali!” mi dicono i liberi professionisti ai corsi. Potrebbe essere, ma lo fai anche tu e sicuramente lo fa la persona che dovrebbe comprare i tuoi prodotti. Secondo te perché le società di consulenza aziendale al top, hanno gli uffici in pieno centro nelle maggiori città? Mc Kinsey ha gli uffici in Piazza del Duomo a Milano. Puoi immaginare quanto spendono in affitto: perché? Perchè anche l’immagine è importante.

Il tuo sito web (ce l’hai un sito web, vero??) deve aprirsi con una bella immagine, a tutto schermo, di te come professionista. Ecco alcune regole fondamentali per avere immagini che diano fiducia ai potenziali clienti:

  • Usa fotografi professionisti. No, il cugino che sa come usare una fotocamera non va bene, a meno che non sia un fotografo. No, un appassionato non va bene, deve avere non solo la fotocamera ma anche le luci giuste e sapere come trasmettere quello che tu vuoi comunicare. Oggi le foto non costano poi molto: meglio un paio di foto professionali che dieci fatte dal cugino.

  • Vestiti con la Visione del freelance che vuoi essere. Parlo per assurdo, per farti capire cosa intendo: se lavori in banca e vuoi diventare un rapper, sul tuo sito (che vende le tue canzoni) devi essere vestito da rapper, anche se ancora non hai venduto niente. Se hai appena iniziato ma vuoi diventare un consulente di alto livello, spendi un po’ di soldi e comprati dei vestiti che diano quell’immagine. No, non farti prestare i vestiti dal cugino.

  • Dai uno scopo all’immagine. Fai almeno due foto. In una, sfondo molto neutro (bianco, nero, blu) e solo qualche elemento (una sedia, un tavolo, poco altro) e i vestiti che hai scelto come ti ho suggerito nel punto precedente. nell’altra foto invece, dai uno scopo di comunicazione. Cosa vuoi trasmettere? Che sei un freelance sempre in movimento, internazionale? Allora potresti fare una foto di te che sale su un treno, come questa che ho fatto io come parte di un servizio fotografico di qualche anno fa.

  • Evita le solite banalità. La mano sotto il mento, la cartellina, il MacBook Pro aperto davanti a te, la scrivania e tu che firmi un documento: lascia perdere queste banalità che ti rendono poco autentico. Piuttosto, fai una foto seduto al tavolino della tua cucina nel tuo ufficio, mentre bevi un caffè. Rendi le foto autentiche, usando gli ambienti in cui lavori, o lo studio fotografico, in modo originale.

La stessa foto la puoi usare anche per le copertine dei social media, magari con una frase e poi, con uno zoom, puoi selezionare il viso per le foto di profilo, magari su LinkedIn. Lavora sulle tue foto, perché altrimenti svaluti la qualità del tuo lavoro come libero professionista.

Scarica la guida per la tua immagine

Una guida con domande per costruire la tua immagine per una foto professionale

Una foto professionale è fondamentale per lasciare una buona impressione a un potenziale cliente: ecco una guida con alcune domande per te.