pie, cake, cherry, delight, happy, pleasure, diet, temptation, will, strength
Lorenzo Paoli
Il Coach delle Abitudini
Lorenzo Paoli » Blog
La comunicazione è zero, senza i fondamentali
pie, cake, cherry, delight, happy, pleasure, diet, temptation, will, strength
C’era una volta il boom economico: le aziende non avevano bisogno di essere bravi comunicatori, il posto fisso con tutti i suoi vantaggi non doveva essere un luogo dove realizzarsi, era semplicemente un luogo dove potere godere dei grandi vantaggi che aveva il lavoratore occidentale dopo la seconda guerra mondiale. Poi le cose sono cambiate: la grande concorrenza nel mercato del lavoro e in generale tra le aziende ha richiesto alle persone di diventare buoni comunicatori. Importante anche oggi, certo, ma l’attenzione al dettaglio ci fa spesso dimenticare il focus.
Comunicare benissimo va bene solo se hai un ottimo prodotto, o se sei un ottimo professionista. Altrimenti diventi il venditore di fumo, quello che ammalia, vende e poi delude.
Vuoi vincere? Comunica pure male, ma diventa maledettamente bravo. Lascia perdere il corsettino sulla comunicazione, non è quello che ti farà guadagnare il doppio, il triplo, dieci volte quello che guadagni oggi.
Se manipoli la comunicazione a tuo vantaggio, potresti riuscire a vendere un prodotto oggi, ma poi ti ritornerebbe indietro sotto forma di reso e di cattive recensioni. Sono sicuro che anche tu sei stato vittima del venditore che comunica benissimo e che ti lascia con una fattura da pagare e la delusione di avere comprato un prodotto che alla fine, a mente lucida, ti rendi conto non essere adatto a te. Perché lui ha comunicato benissimo, ma non ti ha ascoltato.
La sostanza vince sempre – solo che nessuno lo dice, perché la sostanza richiede anni di preparazione. Richiede sacrificio, che però viene ricompensato all’ennesima potenza. Immagina se Apple facesse una pubblicità bruttina o se il commesso che ti vende il telefono fosse un cane a comunicare: cambieresti marca? Probabilmente no. Se vuoi quella giacca di Prada, la compri anche se nel negozio non sei trattato come vorresti. Se quella è l’auto che desideri, te ne freghi se dietro al volante, nella pubblicità, c’è la superstar di turno.
Comunicare bene è importante, certo, ma è la ciliegina sulla torta: devi prima fare tutto il resto. Apple prima ha costruito grandi prodotti, poi ha comunicato. Prima devi diventare un grande professionista, poi devi fare il colloquio di lavoro. Se fai il contrario, potresti anche convincere la persona davanti a te ad assumerti, ma se poi ti riveli un lavoratore mediocre, tre mesi dopo sei fuori di nuovo.
Continua a leggere qui. 

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>