Schermata 2014-11-07 alle 12.34.06
Lorenzo Paoli
Il Coach delle Abitudini
Lorenzo Paoli » Eventi e Keynote Speech
Formare la prossima generazione di Leader – Keynote Speech ISCF – Riga – 2014
Schermata 2014-11-07 alle 12.34.06

 


Nella conferenza del 9 aprile dell’International Student Company Festival ho condiviso con 100 leader da 14 paesi alcune delle competenze fondamentali per avere una mente imprenditoriale sia per il lancio di nuove attività che per il lancio di progetti innovativi in azienda.
Abbiamo condiviso insieme:
La differenza tra una mentalità fissa ed una mentalità di crescita – Persone con una mentalità fissa credono che non si possa crescere e che il talento e le competenze siano immutabili. Per questo ricercano approvazione e non feedback, non sono disposte a rischiare e cercano scorciatoie per arrivare al traguardo per ricevere il “premio” di riconoscimento. Persone con una mentalità di crescita, invece, sono convinte che si possa migliorare. Adorano il feedback e le sfide perché sanno che se sbagliano oggi, avranno imparato e domani potranno fare meglio;
L’appetito di rischio – si pensa che un imprenditore ami il rischio. Invece, semplicemente chi ha una mente imprenditoriale accetta l’esistenza del rischio e lavora duramente per abbassarlo. In azienda ci vogliono persone che accettino una dose di rischio e siano in grado di limitarlo e processi che permettano alle persone di sbagliare senza essere punite.
Essere convinti della propria idea – quando un imprenditore crede fortemente nella propria idea, significa che non ha dati certi e “spera” che vada bene. Oggi prima di un business plan per progetti in azienda ci vuole un prototipo, tanta sperimentazione e feedback, in modo che non si debba “credere” ad un’idea. Perché abbiamo già venduto il prodotto.
Essere resilienti davanti a un fallimento – avere successo è facile dal punto di vista emotivo – è eccitante. Quando si fallisce invece, molti di noi tendono a prenderla molto personalmente e a bloccarsi senza sapere cos’altro fare. Interpretare il fallimento come lezione da cui imparare ed avere uno stile di pensiero che analizzi tale fallimento è essenziale. Essere pronti con un Piano B anche a livello emozionale è una delle competenze dei Leader di oggi.