1
Lorenzo Paoli
Il Coach delle Abitudini
Lorenzo Paoli » Press Room
Intervista per “La giornata del Traduttore” – la perseveranza
1

Intervista a Lorenzo Paoli: perseveranza è anche avere il coraggio di cambiare

A determinare il corso della nostra vita, a decidere il successo o meno delle nostre iniziative, non sono tanto gli eventi “concreti” che segnano il nostro cammino, ma anche – e soprattutto – i nostri atteggiamenti mentali. Specialmente per un freelance, la determinazione e la capacità di perseguire i propri obiettivi – a volte avendo il coraggio di cambiare strategie rivelatesi inefficaci – sono ingredienti fondamentali per andare avanti. Positività, tenacia e autostima si possono allenare? Sì, ci spiega Lorenzo Paoli, coach delle abitudini eccellenti e fondatore della società di Coaching Novaxia, attesissimo ospite della Giornata del Traduttore 2016 nell’ambito della quale sarà sia protagonista di uno dei due laboratori collegati, venerdì 14 ottobre, che speaker dell’intervento di apertura la mattina di sabato 15. Lo abbiamo intervistato per voi.

Abbiamo letto online che ha un passato da atleta, praticava kickboxing a livello agonistico. Il passaggio dal coaching “subìto” a quello esercitato sugli altri è stato naturale? Esistono delle analogie tra perseveranza e successo nello sport e perseveranza e successo sul lavoro? Quali sono?

Lo sport è stata una delle più grandi scuole di vita per me. È una “vita” in breve: un atleta “va in pensione” presto, per cui hai la possibilità di vedere che devi rischiare e mettercela tutta se vuoi vincere, perché il tempo a disposizione non è infinito. Inoltre ti mette davanti a ostacoli sempre più grandi e, cosa che fanno purtroppo in pochi, ti fa concentrare sulle tue responsabilità e non su scuse per non andare avanti.
Sicuramente i miei “coach sportivi” hanno avuto una grande influenza su di me, perché in palestra alleni soprattutto la mente, grande protagonista di qualsiasi sfida della nostra vita. Potresti avere il corpo più atletico al mondo, ma se la mente non funziona non vai lontano.
In un mondo dove tutti ci promettono soluzioni facili, ci siamo dimenticati che la perseveranza e la resilienza mentale sono le qualità che ci hanno permesso di progredire. Perseveranza significa non solo andare avanti con testardaggine, ma sapere anche cambiare, trovare soluzioni nuove senza cercare scuse per non fare le cose: a volte questo è l’ostacolo più grande di molti. Noi siamo tutte persone forti, ma siamo anche creature di abitudine e odiamo il cambiamento: ecco perché molti preferiscono mandare migliaia di CV piuttosto che cambiare approccio, nonostante non funzioni.
Il perseverante deve essere in grado di “svoltare” non appena riconosce che la sua strategia non sta funzionando, prendendosi la responsabilità di un cambiamento, senza aspettare che il mondo esterno cambi.

Continua a leggere qui.