La mia storia

La mia prima vita: come ho iniziato

Sono alla mia terza vita e in ogni fase della mia esistenza ho imparato qualcosa. Nella mia prima vita, quella da interprete e traduttore di conferenza, ho imparato che se lasci ad altri (capi, aziende, genitori, consulenti) il controllo della tua vita professionale, sarai insoddisfatto e frustrato tutta la vita.
Lo vedevo in molti miei professori quarantenni e non volevo certo finire così. Non sapevo minimamente come avrei fatto, ma mi sono fatto una promessa: quella di essere felice e realizzato. Mica facile, mi dirai tu.
Per questo ad un certo punto ho cambiato: sono diventato Corporate Coach professionista, perché sentivo che quello esprimeva meglio il mio essere. Così è stato.

Ho lanciato una delle più grandi scuole di Coaching in Italia, la Coaching University, con sedi in quattro città.

Il Coaching

Sono diventato Coach di alcune delle aziende più grandi al mondo, come Vodafone, Dell, Unicredit, Footlocker.

I MIEI KEYNOTE

Sono diventato keynote speaker internazionale.

I MIEI LIBRI

Ho scritto 8 libri, sul Coaching e la crescita personale e professionale

In questa seconda vita ho imparato che se sei bravo, non è abbastanza: devi anche saperlo comunicare. Ho imparato ad usare il Personal Branding per decuplicare la mia tariffa giornaliera. Ho imparato ad usare il Content marketing, il copywriting, il posizionamento di un brand e lo storytelling per emergere in un settore.
Ho imparato, soprattutto, che sei stai fermo a crogiolarti nelle vittorie del tuo settore, rischi grosso.
Davanti a un bicchiere di vino, quando ormai sapevamo che quella decisione si doveva prendere, io e la mia socia abbiamo deciso di chiudere una Business Unit profittevole della nostra azienda. Dopo sei mesi, ne abbiamo chiuse altre due, entrambe profittevoli. Perché oggi produrre contenuti è fondamentale, fare vivere il brand è essenziale e occorre focus e incisività. Ci vuole il coraggio di dire No ad opportunità che possono distrarti. Così abbiamo fatto. Mai fu decisione migliore.
Sono approdato alla mia terza vita per la confluenza di tanti fattori: la passione per il Content Marketing (perché voglio sempre mantenere la mia promessa ed essere felice), le richieste delle multinazionali, sempre più incentrate su questi temi, e il fatto che proprio il Content marketing come combinazione di brand positioning, storytelling e copywriting ha fatto veramente la differenza per me e la mia azienda.

Sono un Content Strategist: fino adesso abbastanza invisibile, perché le billion-dollar companies con cui lavoro non mi permettono di parlare delle strategie che aiuto a plasmare e che formano la struttura dei prossimi anni della loro evoluzione. Ho offerto anche 20.000 Euro di sconto per potere mostrare dei case study: hanno sempre rifiutato. Mi sento un po’ un agente segreto che deve raccontare a tutti che in realtà fa l’idraulico come copertura. Alla fine, va bene così: sono in contatto con alcune delle menti più brillanti del paese e con manager con i contro… insomma, manager molto, molto bravi, da loro imparo molto e questo è il vero guadagno.

Oggi aiuto Marketers a diventare i professionisti più richiesti e pagati del mercato: hanno già alcune competenze, insieme colmiamo il gap e prepariamo un piano.

Aiuto gli imprenditori a smettere di pensare che il loro prodotto sia il migliore e che soprattutto questo basti a farli sopravvivere: troppe aziende sono morte a causa di questa convinzione.

Aiuto le multinazionali a sviluppare strategie di comunicazione, branding, copywriting, storytelling e in genere di Content marketing incisive, coraggiose ed efficaci. Perché prima di tutto ci vuole chiarezza, in mercati complessi come quelli in cui vivono.

Vuoi sapere più su di me?

Alla mia pagina Amazon trovi i libri che ho scritto fino ad oggi. Ho imparato ad essere iper-produttivo, scrivo tre libri all’anno, per cui torna, ne potresti trovare altri a breve.

Sulla mia pagina Facebook e sul mio profilo Instagram trovi video, post e articoli per allenarti come professionista e marketer. E per condividere le sfide e le gioie di essere marketer e comunicatori.

Sul mio canale YouTube, tanti video di allenamento, per farti crescere. Perché se smetti di crescere, rischi di morire.

Ciao guerriero, ci vediamo dall’altra parte.